cosa-vedere-siviglia

Sono appena tornata da uno splendido weekend a Siviglia e non posso non condividere con voi una piccola guida su cosa vedere a Siviglia in 2 giorni (o 3-4, se avete qualche giorno in più a disposizione).

L’adorerete!! 🙂

Qual è il periodo migliore per vedere Siviglia?

Sicuramente non l’estate! Siviglia si trova nell’estremo sud della Spagna, a poco più di 2 ore da Tarifa, ultima città della penisola iberica e situata esattamente di fronte al Marocco!

Le temperature a Siviglia possono arrivare fino a 50°C ad agosto, quindi non è proprio la meta ideale d’estate, ma lo è sicuramente nel periodo di Pasqua. Infatti, a marzo-aprile a Siviglia già fa caldo, ma non così tanto da non poterla visitare tranquillamente a piedi e di notte le temperature sono assolutamente gradevoli.

Come arrivare a Siviglia dall’Italia

Siviglia è ben collegata sia da Roma che da Milano. Ci sono voli diretti tutti i giorni, ma se vivete in un’altra città, in alternativa, potete volare fino a Madrid e da lì prendere un treno AVE (la freccia rossa in Spagna) e in appena 2 ore e mezzo sarete a Siviglia 🙂

Per maggiori info potete visitare il sito ufficiale delle ferrovie spagnole http://www.renfe.com/

Dove dormire a Siviglia e come muoversi per la città

Vi straconsiglio di prendere un hotel (o un appartamento con Airbnb) in centro, dato che tutti i principali monumenti si trovano nella zona centrale di Siviglia.

Un altro consiglio che vi do è di girare a piedi quanto più potete. Evitate di prendere i classici autobus turistici a 2 piani perché vi porteranno a fare dei giri lunghissimi e da lì non potrete ammirare la bellezza della “vera Siviglia”.

Come ho scritto sopra, i monumenti più importanti di Siviglia si trovano tutti in centro e girando la città a piedi potrete perdervi nell’incanto delle sue stradine, dei suoi palazzi e delle sue tradizioni, l’ideale per chi vuole vivere Siviglia al 100%!

Cosa vedere a Siviglia in 2 giorni

Siviglia è di una bellezza straordinaria e c’è così tanto da vedere che 2 giorni potrebbero essere pochi, ma con le idee chiare su cosa vedere, zaino in spalla ed un paio di scarpe comode, potrete visitare le principali attrazioni della città in un weekend senza perdervi niente! Siete pronti?

Cosa vedere a Siviglia: giorno 1

 

i-love-spagna

(Credits: nattivus.com)

Iniziando dal centro, potrete iniziare il vostro tour con una visita al Real Alcazar di Siviglia, uno splendido esempio di architettura in stile arabo, dichiarato patrimonio dell’UNESCO nel 1987, assieme alla Cattedrale di Siviglia.

L’accesso al Real Alcazar è limitato a determinate ore del giorno, a seconda della stagione (alta/bassa) e la visita è a pagamento.

Info per visitare il Real Alcazar di Siviglia

Orari:

Da ottobre a marzo: da lunedì a domenica, dalle 9:30 alle 17:00

Da aprile a settembre: da lunedì a domenica, dalle 9:30 alle 19:00





Dopo aver ammirato lo splendido Alzacar, non potete perdervi la Cattedrale di Siviglia, la cui costruzione iniziò nel 1401 e che racchiude in sé più di 600 anni di storia.

La Cattedrale di Siviglia è la cattedrale gotica più grande del mondo e al suo interno riposa il nostro Cristoforo Colombo, anche se in Spagna tutti sostengono che fosse spagnolo e che si chiamasse Cristobal Colón! 🙂

i-love-spagna

Un elemento importante della Cattedrale di Siviglia è il campanile, detto Giralda, dai cui suoi 70 metri di altezza si può ammirare tutta la città.

Info per visitare la Cattedrale di Siviglia e la Giralda

Orari:

Dal 1 settembre al 30 giugno:

Lunedì: 11:00-15:30
Da martedì a sabato: 11:00-17:00
Domenica: 14:30-18:00

Dal 1 luglio al 31 agosto:

Lunedì: 9:30-15:30
Da martedì a sabato: 9:30-16:00
Domenica: 14:30-18:00

Prezzi:

Biglietto unico per visitare la Cattedrale e la Giralda: 8€

i-love-spagna

Dove mangiare a Siviglia

Se riuscite a vedere il centro di Siviglia il primo giorno ed avete ancora un po’ di tempo potete “anticiparvi” una parte dell’itinerario del secondo giorno. Altrimenti, se preferite fare le cose con calma potete godervi un bicchiere di vino e gustarvi le tipiche tapas spagnole in uno dei tanti bar e ristoranti del centro.

La buona notizia è che Siviglia, e l’Andalusia in generale, è molto meno cara rispetto all’Italia e potrete cenare persino con 10€ a persona!!

Vi consiglio un bar/ristorante veramente ottimo che ho provato proprio qualche giorno fa per cena: Pelayo Bar, in Calle Placentines 25 (a due passi dall’Alcazar). Provate le loro tapas di carciofi, pisto de la casa e tortilla. Non vi deluderanno 🙂

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni

Cosa vedere a Siviglia: giorno 2

In genere le cose belle sono quelle che non ci aspettiamo. Nel mio caso avevo visto delle foto splendide della Plaza de España di Siviglia, ma non mi aspettavo assolutamente di rimanerne così affascinata.

i-love-spagna

Si dice che non c’è persona sulla faccia della terra che non si sia emozionata contemplando la Plaza de España di Siviglia per la prima volta ed, effettivamente, non è difficile da credere.

Quando il re Alfonso XII vide per la prima volta il capolavoro di Aníbal González, architetto di Siviglia che progettò la Plaza de España, ne rimase così colpito che disse “Signori, sapevo che era bella…ma non immaginavo fino a questo punto”.

La Plaza de España si trova all’interno del Parque de María Luisa e l’ingresso è gratuito 🙂

Orari:

Dal 1 novembre al 31 marzo: aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 22:00

Dal 1 aprile al 30 ottobre: aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 24:00

A meno di 1,5 km a piedi dalla Plaza de España potrete trovare la Torre del Oro e la Plaza de Toros, entrambe sul Paseo de Colón.

i-love-spagna

La Torre del Oro venne usata come cappella e successivamente come prigione. Attualmente ospita il Museo Navale di Siviglia ed il suo nome si deve al riflesso della cupola dorata sul fiume.

La Plaza de Toros, anche detta “La Maestranza”, è il luogo in cui si svolgono le corride a Siviglia ed è anche la più antica in Spagna. È senza dubbio una delle attrazioni principali per i turisti che vanno a vedere Siviglia, ma vi dirò, è molto più bella vista fa fuori che da dentro 😉

i-love-spagna

Share: