insulti-parolacce-spagnolo

Quando impariamo una nuova lingua, si sa che una delle prime cose che vogliamo sapere o che ci vengono dette senza nemmeno chiederlo sono le brutte parole (in spagnolo palabrotas)!

Le parolacce ed espressioni forti in spagnolo sono tantissime, spesso strane e senza senso se ne facciamo la traduzione letterale in italiano, anzi, direi che nella maggior parte dei casi sono ben diverse dalle nostre italiane! 😀




Parolacce, insulti ed espressioni forti in spagnolo: versione “light”

Iniziamo dalle espressioni meno volgari e che in realtà sono insulti più che parolacce:

Que te folle un pez, letteralmente significa “che ti fotta un pesce”. Fa un po’ ridere, ma in realtà se lo dite ad un amico lo state mandando a fan***o!! Abbastanza surrealista come insulto!

Eres tonto o saltas muros de cristal para ver lo que hay detrás? Letteralmente “sei stupido o salti muri di cristallo per vedere cosa c’è dietro?” Quando uno spagnolo deve usare questa espressione/insulto tutto d’un tratto diventa la persona più creativa del mondo, inventando le costruzioni più surrealiste. Infatti, la domanda è sempre ironica e può far riferimento a qualsiasi situazione -> Eres tonto o te duchas con paraguas? (Sei stupido o ti fai la doccia con l’ombrello?), Eres tonto o peinas calvos? (Sei stupido o pettini calvi/pelati?), Eres tonto o te parió un Teletubbi? (Sei stupido o ti ha partorito un Teletubbi?). Come vedete, la creatività non manca ai nostri amici spagnoli!

Eres más feo que… Significa “sei più brutto di…” ed anche in questo caso gli spagnoli danno spazio alla creatività creando le espressioni/insulti più bizzarri! Eres más feo que el penal de Higuaín (Sei più brutto del rigore di Higuaín), Eres tan feo que haces llorar a las cebollas (Sei così brutto che fai piangere le cipolle), Eres tan feo que desde que tu naciste ya no se volvieron a hacer experimentos con las ratas (Sei così brutto che da quando sei nato non fanno più esperimenti con i topi)

parolacce-spagnolo

LEGGI ANCHE: 10 trucchi per imparare lo spagnolo velocemente e senza grandi sforzi!

Parolacce, insulti ed espressioni forti in spagnolo: versione “hard”

Ora passiamo alle espressioni più volgari ed alle parolacce vere e proprie in spagnolo!

Me cago en… Qui non c’è molto da pensare. Significa proprio “mi cago in/nel…” ed in spagnolo è un’espressione abbastanza comune ed usata quasi in qualsiasi situazione per manifestare disgusto verso una situazione o qualcuno in concreto. Me cago en todo (Incazzarsi col mondo intero), me cago en tu puta madre / me cago en tus muertos (Insulto verso la madre e/o dei morti della persona che ci ha fatto arrabbiare), me cago en la leche (letteralmente “me la faccio sotto nel latte”)

Vete a la mierda -> vaffanc**o, va’ a farti fottere

Vete a tomar por culo -> come sopra, vaffanc**o

Vete a cagar -> altro modo di dire vaffanc**o

Vete a la porra -> gli spagnoli hanno molta fantasia quando si tratta di mandarti a quel paese 😀

Jodete -> fottiti

Vete a chuparla -> ciucciamelo

Gilipollas, capullo -> stronzo

Hijo de puta -> figlio di puttana, stronzo

Zorra -> puttana

Importante: nella maggior parte dei casi bisogna anche considerare il tono della conversazione dato che, come in italiano, possiamo mandare a quel paese una persona per scherzare o seriamente. Quindi, non prendeteli tutti sul serio al 100%! 😉

LEGGI ANCHE: Lo spagnolo è facile da imparare per un italiano?

Naturalmente ci sono moltissimi altri insulti, espressioni e parolacce in spagnolo e se poi consideriamo anche lo spagnolo dell’America Latina, potremmo insultare e dire parolacce in spagnolo per un anno intero! 😀

Fateci sapere se vi piace questo tipo di articoli/post nei commenti! Il vostro feedback è sempre la cosa più importante 🙂

Share: