Ciao a tutti!

Innanzitutto, mi scuso per la mia lunga assenza. Effettivamente non scrivo sul blog da quasi 2 mesi, ma purtroppo non ho avuto molto tempo. Sto lavorando quasi tutti i giorni fino alle 19:30 e dopo, tra andare al supermercato, cucinare e cenare se ne va anche quel poco tempo che ho a disposizione durante la settimana :(

Stamattina invece mi sto godendo un meritato riposo e ho deciso di scrivere questo articolo per darvi un aggiornamento sulla mia vita e raccontarvi delle mie esperienze di lavoro in Spagna.

Ormai sono 3 anni che lavoro in Spagna stabilmente e quasi 5 anni che vivo a Madrid. All’inizio, quando arrivai nel 2011, feci qualsiasi cosa pur di avere un lavoro in Spagna: cameriera, promoter, insegnante privata di italiano, commessa, traduttrice. Qualsiasi lavoro mi avrebbe aiutato a migliorare il mio spagnolo e a vivere a Madrid!

LEGGI ANCHE: Lavorare in Spagna? Io ce l’ho fatta!

Poi col passare del tempo ho sentito il bisogno di avere qualcosa di più stabile, ma soprattutto qualcosa di più attinente al mio corso di studi, anche se poi in realtà l’ingegnere non l’ho mai fatto (né credo che lo farò mai).

Lavoro in Spagna: la svolta

Penso che la svolta sia arrivata quando entrai in un’azienda di mobile marketing. Accettai quel lavoro perché finalmente avrei avuto la possibilità di lavorare in ufficio ed avere qualcosa di più stabile, ma non mi piaceva quello che facevo. Tuttavia, fu allora che mi iniziai ad avvicinare al magico mondo del marketing online e questa è stata la grande svolta per me.

Ho fatto un corso di Google Adwords e poi un master in SEO, SEM e Google Analytics. Vi dico la verità: giorno dopo giorno il marketing online mi appassionava sempre di più!

Quando finii il master mi chiamarono per uno stage presso una importante azienda a Madrid e lì imparai dai migliori. Pensate che la persona che mi ha formato durante il primo mese ora lavora per Facebook in Irlanda!

Quello stage è stato il mio trampolino di lancio. Ho imparato tanto e da tutti ed è per questo che non mi stancherò mai di dire: siate umili e cercate di imparare tutto quello che potete! Uno stage è un’occasione d’oro perché potete imparare tanto e dimostrare che valete per quel posto!

LEGGI ANCHE: Come trovare lavoro in Spagna

Tornando alla mia esperienza, dopo lo stage sono entrata in un’azienda di marketing online, da cui purtroppo sono dovuta scappare per la poca serietà di chi era “ai piani alti” e attualmente lavoro in un’agenzia conosciuta a livello mondiale, con tante soddisfazioni e un bel team di gente giovane ed in gamba.

Mi sono accorta che mi sono dilungata parecchio, ma ci sono ancora parecchie cose di cui mi piacerebbe parlarvi:

  • In cosa consiste il mio lavoro?
  • Ho mai fatto colloqui in Italia?
  • Ho mai pensato di tornare in Italia?

Fatemi sapere cosa vi piacerebbe leggere nel mio prossimo articolo. Il vostro feedback è la cosa più importante per me!

Tags:

6 Comments

  1. Ciao Valentina. Innanzitutto complimenti per il tuo blog…fantastico. Volevo chiederti….hai mica info da dare a chi volesse aprire un locale a Madrid (come ottenere finanziamenti da parte di enti, banche)? Sto parlando di chi si trasferisce e in un anno volesse aprire un locale avendo due soldini da parte.
    Muchas gracias!

  2. Ciao Valentina! Navigando sul web sono approdato sul tuo blog e ho visto che vivi a Madrid. Ci sono stato due volte e, lo ammetto, è stato un vero colpo di fulmine! Di cittá europee posso dire di averne girate ma la gente di Madrid e il loro stile di vita hanno qualcosa di accogliente e affascinante. Stavo pensando di passare due mesi lì quest’estate, e vorrei per quei due mesi trovare in anticipo una occupazione che possa coprire almeno in parte le mie spese, solo che lo spagnolo non lo ho mai studiato ! Hai per caso qualche consiglio da darmi? Mi scuso per il disturbo e ti ringrazio se avrai la pazienza di leggermi e rispondermi (ma anche se non la avrai)

    1. Ciao Gianmarco, a Madrid ci sono molti ristoranti italiani, quindi puoi provare a cercare lavoro come cameriere distribuendo il tuo CV per tutti i ristoranti (io ho fatto così quando ero in Spagna da pochi mesi e ancora non parlavo bene lo spagnolo). In ogni caso ti consiglio di approfittare di questi ultimi mesi prima dell’estate per imparare lo spagnolo. Se ti fai un corso intensivo puoi arrivare ad un livello B1 senza problemi :) Saluti, Vale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*