spagna-lavoro

(Credits depositphotos.com)

La Spagna è da sempre una delle mete più ambite dagli italiani che decidono di emigrare all’estero.  Le ragioni di questa scelta dipendono probabilmente dal fatto che la Spagna ha diversi punti in comune con la nostra patria. L’estrema bellezza del territorio, il clima mediterraneo, l’arte e la cultura che si respirano per le strade spagnole rappresentano solo alcuni degli input che spingono ogni anno migliaia di italiani ad andare a vivere in Spagna.

Da non sottovalutare poi c’è la componente economica e l’offerta lavorativa: la Spagna presenta una gran quantità di imprese ed aziende che offrono centinaia e centinaia di posti di lavoro. Ma non solo. Sono davvero tantissimi i giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni che scelgono la Spagna come paese in cui continuare il proprio percorso formativo, che sia individuale oppure organizzato mediante appositi programmi come, ad esempio, l’Erasmus.

LEGGI ANCHE: Case studenti Erasmus – Come trovare una stanza a Madrid

Italiani in Spagna: ma quanti siamo?

Gli italiani che sono venuti a vivere in Spagna sono davvero tantissimi. Dalle indagini effettuate dall’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) risulta che gli italiani che hanno deciso di vivere in Spagna stabilmente sono oltre 30.000. A questo numero bisogna aggiungere tutti gli italiani che si sono trasferiti per un periodo più o meno lungo senza cambiare residenza, come ad esempio i migliaia di giovani italiani che partono per la Spagna per continuare gli studi. Questa categoria rappresenta sicuramente uno tra i più consistenti flussi migratori dall’Italia alla Spagna.

Secondo alcune recenti statistiche la meta più ambita dai giovani universitari italiani che decidono di compiere un periodo di studi attraverso il progetto Erasmus è proprio la Spagna. Tra le città spagnole con il maggior numero di italiani vi sono Madrid, Barcellona e Valencia.



Vivere in Spagna per un italiano

Che si tratti di studenti, pensionati, giovani in cerca di lavoro o semplicemente amanti della tierra española, le necessità di un italiano che va a vivere in Spagna, sono quasi le stesse. Tra i primi bisogni ci sarà sicuramente la conoscenza della lingua: sebbene lo spagnolo risulti molto simile all’italiano, non basterà certo aggiungere una “S” alla fine di ogni parola per pronunciare una frase di senso compiuto durante un colloquio di lavoro in Spagna! Per non parlare poi della comprensione di ciò che ci viene detto! Fortunatamente oggi lo studio delle lingue straniere è un’attività molto diffusa. Esistono diversi metodi per apprendere una lingua e, quindi, questo punto non rappresenta più un ostacolo insormontabile!

Al secondo posto ci sarà la ricerca dell’appartamento in cui alloggiare. Seppur incredibile, questo punto risulta essere abbastanza complesso. I motivi sono diversi. Innanzitutto perché dovrete effettuare la ricerca di appartamenti disponibili e, successivamente, una selezione di tutti quegli appartamenti che potrebbero fare al caso vostro.

Una volta trovato l’appartamento “ideale” dovrete organizzare il trasloco. Naturalmente all’inizio non potrete portarvi dietro tutta la casa! Per fortuna oggi sono davvero molti i metodi che permettono di spedire a Madrid, in Spagna e nel resto del mondo pacchi, valigie e oggetti vari. Dalle tradizionali poste ai siti di spedizioni online, è possibile spedire qualsiasi cosa!
Questo servizio potrebbe risultare utile non solo a chi decide di andare a vivere in Spagna, ma anche a tutti coloro che la scelgono come meta per le proprie vacanze o che intendono andare a trovare i loro cari.

LEGGI ANCHE: Lavorare in Spagna, ma continuare a pensare all’Italia

Una volta che vi sarete trasferiti in Spagna, dovrete iniziare a cercare lavoro. Sebbene, come detto prima, la Spagna sia, per certi versi, molto simile all’Italia, questo è il punto su cui si differenzia maggiormente. A differenza della nostra patria infatti, riuscire a lavorare in Spagna non è poi così difficile. Se siete specializzati in qualche particolare attività, sicuramente potrete orientare la vostra ricerca verso il settore in cui avete più esperienza. Se invece non avete limiti e scegliete di fare nuove esperienze lavorative, potrete optare per…qualsiasi cosa!

¡Hasta luego Italia!

Trovata la casa, trovato il lavoro, trovati nuovi amici e colleghi, non vi resterà altro che buttarvi in questa nuova esperienza di vita che sicuramente sarà memorabile perché, come disse il celebre scrittore Robert Littel, La Spagna ha molto da offrire al visitatore: la sensazione di trovarsi d’improvviso in un altro continente, la novità di paesaggi vasti e selvaggi, le memorie – nell’architettura, nei nomi, nelle usanze – della passata dominazione araba, le austere, splendide chiese, le bianche città andaluse simili a zollette di zucchero sparse su colli spogli, processioni, ferias, zingari, torifocosi, cantanti di flamengo.”

Attenzione, però: quanto detto non significa che in vivere e lavorare in Spagna sarà facile e che la vita sarà tutta rose e fiori. Anche qui esistono leggi e regole che vanno rispettate!

Detto ciò auguro a tutti coloro che intendono recarsi nella Tierra del Sol di vivere una fantastica esperienza che possa accrescere il proprio bagaglio culturale e professionale.

Articolo a cura di Viviana Napoli

Share: